Roma, Gandini: “I miei 23 anni in rossonero non si possono cancellare, ma lunedì voglio vincere”

Roma, Gandini: “I miei 23 anni in rossonero non si possono cancellare, ma lunedì voglio vincere”

Gandini

L’ex dirigente del Milan ha parlato ai microfoni di Roma TV a due giorni dalla sfida dell’Olimpico che lo opporrà per la prima volta al suo ex club

Una vita al Milan, ma ormai Umberto Gandini è pienamente un dirigente della Roma. Così, a due giorni dalla sfida tra i rossoneri e i giallorossi, l’a.d. ha parlato ai microfoni dell’emittente ufficiale del suo attuale club: “Nella vicenda Strootman è stata fatta giustizia, sapevamo di avere completamente ragione. Milan? Nessuno può pensare che si possano cancellare 23 anni di lavoro con una società che mi ha dato tutto, ci sono gratitudine e ringraziamento. Ma noi vogliamo vincere, la Roma è ormai destinata a far bene, è una partita importantissima. Noi giochiamo per vincere, ma sappiamo che non è possibile farlo sempre, quindi l’importante sarà essere protagonisti. Servono serenità e consapevolezza dei propri mezzi, ma siamo pronti“.

Anti-Juve, un titolo platonico

Roma e Milan sono ad ora appaiate al secondo posto. Anche per questo la sfida di lunedì assume un’importanza particolare. Gandini:  “Intanto ci giocheremo il titolo platonico o effimero di sfidante principale della Juve. Mi aspetto una partita ben giocata, il Milan attenderà e ripartirà, la Roma avrà più controllo di campo, non penso che potranno affrontarci a viso aperto, ma dovremo essere attenti“. Sul futuro europeo del club giallorosso, Gandini ha infine spiegato: “Siamo i rappresentanti della città di Roma e quindi abbiamo ampi margini di crescita, ma niente prescinde dai risultati. Dobbiamo essere competitivi e avere costanza“.

Umberto Gandini.

Umberto Gandini

Fonte:ilveromilanista.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *